mercoledì 10 agosto 2011

Ferrata Bethaz Bovard alla Becca dell'Aouille

Accesso: Autostrada per Aosta, si prosegue verso Courmayeur sino ad Arvier, dove si svolta per la Valgrisenche, sino al capoluogo dove si posteggia (m.1644). L'attacco della ferrata si trova appena dopo l'uscta dal paese, sulla destra vicino ai magazzini di stagionatura della fontina.
Periodo: Giugno-Ottobre
Difficoltà: D
Dislivello: 935 m.
Tempo complessivo:
7-8 ore A/R

Descrizione: Alcuni metri sopra il magazzino di stagionatura delle fontine, inizia la lunga ferrata, composta da tre sezioni e due eventuali vie di fuga, che si svolge in un ambiente di alta montagna. La prima sezione inizia con alcuni passaggi aerei e verticali, facili e mai esposti su una serie di risalti gradevoli. A quota 1900 m. circa finisce la prima parte, che con una via di fuga sulla destra riporta alla partenza. 1ora di salita circa e 3/4 d'ora per il rientro.










La seconda sezione
attacca poco più in alto, dopo un tratto di sentiero si ritrovano i cavi e si riprende a salire con dei pezzi alquanto aerei, un'altra ora di salita con dei bei panorami sempre più ampi, con una bella arrampicata esposta ma mai difficile, che termina a quota 2100 m. circa in una zona pianeggiante. Seconda via di fuga salendo leggermente in direzione sud e poi piegando a sinistra in discesa per ricollegarsi al sentiero precedente. Dall'inizio della ferrata al rientro, a questo punto occorrono circa 3 ore.













La terza sezione
inizia dopo un traveso sulla destra di circa 15 minuti che fa perdere un pò di quota, questo traverso essendo su tratto erboso, può risultare delicato in caso di erba bagnata. Questa sezione è la più interessante alpinisticamente, che con dei bei passaggi aerei conducono alla cresta finale prima della vetta. Paradossalmente, la ferrata che conta ben 1850 gradini (un'esagerazione, ne bastavano la metà) a questo punto della cresta il percorso è poco attrezzato, per cui bisogna prestare attenzione perchè la cresta è abbastanza aerea.
Si arriva così in vetta alla Becca dell'Aouille a metri 2605, dove si trova prima un grosso ometto di pietre e poco sopra un'enorme ripetitore.











Discesa: dal ripetitore, salire ancora un centinaio di metri, e reperire un sentierino sulla destra che conduce alla discesa di un canalino attrezzato con cavo (passaggio abbastanza delicato). Al fondo del canalino si noterà poco più in alto sulla sinistra una palina indicatrice, a sinistra è indicato il percorso verso i laghi Morion (2909 m.) noi dobbiamo scendere immediatamente a destra per sfasciumi e massi tutto il canalone (io non ho visto nessun segno sul terreno) sino ad arrivare sul pianoro sottostante, dove si trovano quattro specchi d'acqua. Mantenere la direzione dritta sino a sporgersi sul vallone sottostante. Da qui è visibile una traccia di sentiero, chepoi diventerà molto marcato e segnalato più avanti con il N.18, che passando poi sotto la palestra di roccia conduce in 3-3:30 ore al villaggio di La Bèthaz. A questo punto si deve risalire per 2km. circa (se non si è lasciata una vettura a La Bèthaz) sulla strada regionale per ritornare a Valgrisenche.




Nessun commento:

Posta un commento