lunedì 7 agosto 2017

Monte Nebin 2510 m.










Montagna molto panoramica che si eleva tra la Valle Varaita e la Valle Maira, da dove nelle giornate terse si possono ammirare i tremila di Elva, Pelvo, Rocca la Marchisa, Chersogno e le cime della Valle Varaita con il Monviso in primissimo piano. Data la brevità del percorso e la comodità di accesso al colle vale la pena di abbinarla ad una visita alla stupenda Elva a 7 km. dal colle.













Località di partenza: Colle di Sampeyre 2284 m.) 
Arrivo: Monte Nebin 2510 m.
Dislivello: 300 m. considerando le perdite di quota
Tempo di salita: 1:15 ore
Difficoltà: E
Cartografia: IGC: n.6 1:50.000 Monviso
Accesso stradale: da Saluzzo si continua in direzione Valle Varaita, verso Sampeyre, alla rotonda prima di entrare in paese si svolta a sinistra in direzione Colle di Sampeyre e Elva e con lungo percorso (16 km.) si raggiunge il colle dove si può posteggiare l'auto.













Descrizione: si ignora la strada sterrata che conduce al Colle della Bicocca per prendere il sentiero che si alza a sinistra nella direzione dei tralicci che risale con pendenza moderata il largo costone spartiacque sul quale si camminerà sino in cima al Nebin, si arriva così in punta alla modesta elevazione del Cugn di Goria 2384 m. Da qui perdendo un po' di quota si scende alla sottostante strada sterrata "strada dei cannoni" (che si può percorrere poi al ritorno), dalla quale si stacca subito deciso il sentiero di salita che percorre fedelmente il filo di cresta guadagnando così i rimanenti 200 m. di dislivello fino alle roccette sommitali dove è posta una grande croce. Con giornata limpida il panorama è grandioso. Il rientro si effettua per il medesimo percorso.


Nessun commento:

Posta un commento