lunedì 20 febbraio 2017

Rifugio degli invincibili 1356 m.

Situato in Val Pellice all'ingresso del Vallone degli Invincibili sul versante assolato che si affaccia sulla Val Pellice e sul Monviso. Luogo di importanza storica e uno dei più interessanti della valle, ultimo nascondiglio dei valdesi perseguitati che riuscirono a scampare al massacro. Il rifugio nato dalla ristrutturazione di un antico "fourest" è situato in bella e panoramica posizione, subito a monte del rifugio sulle roccette soprastanti sono stati attrezzati alcuni monotiri di arrampicata e una mini ferrata. Alle condizioni attuali non sono necessarie le ciaspole per raggiungere il rifugio, utili eventualmente se si vuole proseguire oltre.














Partenza: Bessè 1030 m.
Arrivo: Rifugio degli Invincibili 1356 m.
Dislivello: 326 m.
Difficoltà: MR
Tempo di salita: 1:15 ore 
Cartografia: IGC n.6 1:50.000
Accesso: autosrada Torino-Pinerolo, uscita Pinerolo e proseguire per la Valle Pellice. Superato l'abitato di Torre Pellice si giunge a Villar Pellice e si prosegue ancora per Bobbio Pellice. Al ponte sul torrente Subiac (appena prima di entrare in paese) imboccare la stradina asfaltata sulla destra che con qualche tornante, dopo circa tre km. giunge in località Bessè. Lasciata la borgata sulla destra, proseguire fin quasi al termine della strada asfaltata dove è possibile lasciare l'auto in corrispondenza di due piazzole. In caso di innevamento eccessivo, l'accesso è consentito sino alla frazione di Bessè.













Descrizione: dal parcheggio, subito dopo inizia la strada sterrata, che lascia sulla sinistra il sentiero per Barma d'Aout e prosegue senza possibilità di errore fino al rifugio, passando prima per le case abbandonate degli Alì, del Bars e quelle ristrutturate del Cargiau. Si rientra per il medesimo percorso dell'andata.









Nessun commento:

Posta un commento