martedì 26 aprile 2016

Pian Sarpeis 1596 m.

Facile escursione tra ampie radure e baite ancora utilizzate. Visto che l'escursione si svolge interamente su strada sterrata, ben si presta come percorso per ciaspole nei mesi invernali.


















Partenza: Pian della Pietra 1262 m.
Arrivo: Pian Sarpeis 1596 m.
Dislivello: 334 m.
Tempo di salita: 1:15 ore
Difficoltà: T
Cartografia: IGC n.2 1:50.000 Valli di Lanzo e Moncenisio
Accesso stradale: da Venaria si prosegue per le Valli di Lanzo, più precisamente per la Valle di Ala, giunti a Ceres si prosegue ancora per Ala di Stura, si supera ancora la piccola frazione di Cresto, e subito dopo avere superato l'abitato di Maronera, si imbocca a destra la ripida salita che porta a Cesaletti/Pian della Pietra, seguire la carrozzabile e lasciare l'auto in cima ad un prato nei pressi di una formaggeria. Ottimi panorami sulla Valle d'Ala e sulla vicinissima Uja di Mondrone.
 
Descrizione: Il percorso inizia poco prima di una villetta sulla destra (palina indicatrice per Pian Sarpeis). Si supera una sbarra che chiude la strada di accesso e si segue la sterrata che sale nel bellissimo bosco. Più avanti si ignora una strada sulla destra che porta al Pian d'Attia, si prosegue e si evita più avanti un altro bivio che a sinistra scende ai casolari della Terta. Si arriva così alla bellissima radura di Pianfè 1479 m. dove due bella baite invitano a farsi fotografare insieme all'Uja.
Si prosegue in piano per un tratto e si trova un aseconda radura con altre baite sulla destra. Si continua ancora in salita e si esce infine sullo splendido pianoro dove termina la strada a Pian Sarpeis, da dove si gode uno splendido panorama. Si ritorna per il medesimo percorso.
 

Nessun commento:

Posta un commento