lunedì 11 aprile 2016

La Sacra di San Michele 962 m.

                                   
L'antica abbazia di San Michele fu eretta intorno all'anno mille sul Monte Pirchiriano, ora dichiarata "monumento simbolo del Piemonte. La via di salita descritta, è quella classica che parte da S. Ambrogio con esposizione più solatia, ma molte altre sono le possibilità, ad esempio da Chiusa di S. Michele, versante esposto a nord, quindi molto più ombreggiato. Infine per i più esperti si può salire con la via ferrata. Dalla Sacra di San Michele, parte anche un lungo trekking, "il sentiero dei Franchi". Con alcuni giorni a disposizione si può ricalcare il possibile percorso fatto più di mille anni fa dalle truppe carolinge nel corso della loro calata in Italia.


















Partenza: S. Ambrogio 362 m.
Arrivo: Sacra di San Michele 962 m.
Dislivello: 600 m.
Difficoltà: E
Tempo di salita: 1:40 ore 
Cartografia: IGC n.17 - 1:50.000 Torino-Pinerolo e bassa Val di Susa
Accesso stradale: Il paese di S. Ambrogio è facilmente raggiungibile seguendo la ex statale del Moncenisio, oppure uscendo al casello di Avigliana ovest dell'autostrada Torino-Bardonecchia.
Conviene posteggiare in paese, in quanto il percorso parte da dietro alla chiesa.



















Descrizione: lasciata l'auto, si raggiunge la parrocchia di San Giovanni Vincenzo, una breve rampa dietro la chiesa e si imbocca la mulattiera selciata. Si procede ora per il lungo percorso incontrando le 15 stazioni della Via Crucis ed un paio di fontane di acqua fresca che portano direttamente alla frazione di S. Pietro. Da qui si continua attraversando la frazione seguendo le indicazioni per l'antica mulattiera, la quale, senza necessariamente arrivare al parcheggio, ma svoltando poi a destra per sentiero arriva direttamente al Sepolcro dei Monaci e di li in breve all'Abbazia.
Il rientro avviene per il medesimo percorso dell'andata.




 

Nessun commento:

Posta un commento