domenica 9 novembre 2014

Madonna del Cotolivier 2105 m.

 
 Ben nota agli sci-alpinisti che vi salgno normalmente da Chateau o da Beulard, la chiesetta della Madonna del Cotolivier, può essere una bellissima gita nella stagione autunnale. In inverno è salibile con le ciaspole, ma da Oulx il dislivello diventa importante; in questa stagione si può partire dalla frazione di Vazon (1650 m.) dove si può lasciare l'auto e dove termina il tratto asfaltato, riducendo notevolmente il dislivello. In questa stagione con giornate terse, il panorama e i colori sono stupendi.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Partenza: Vazon 1650 m.
Arrivo: Cappella Madonna del Cotolivier 2105 m.
Dislivello: 455 m.
Difficoltà: T se si segue la strada sterrata, E se si segue il sentiero
Tempo di salita: 1:30 ore  
Cartografia: IGC. n.1  1:50.000, Valli di Susa, Chisone e Germanasca
Accesso stradale: autostrada Torino-Bardonecchia con uscita a Oulx, da questa località si prosegue par la Madonna del Cotolivier, transitando dapprima per la frazione di Pierremenaud e subito dopo quella di Vazon dove si può lasciare l'auto.

















Descrizione: l'asciata lauto alla bellissima frazione di Vazon adagiata tra belle praterie, si continua a camminare sulla strada carrozzabile diventata ora sterrata, che con numerose svolte a tratti un poco più ripidi mentre il bosco si fa più rado avvicinandosi al crestone che scende dalla punta Clotesse, cima che divide la valle di Ulzio e la valle di Bardonecchia, è possibile lungo la strada tagliare gli innumerevoli tornati utilizzando il sentiero. Il panorama è sempre più bello, di fronte a noi lo Chaberton, alle nostre spalle il Seguret, la Rogniosa d' Etiache e in lontananza il Rocciamelone. Poco prima di arrivare in cresta si lascia a sinistra la diramazione per Pourachet, raggiungibile eventualmente con un km. di camminata circa, quindi con un ultimo breve tratto si raggiunge la cappella della Madonna del Cotolivier (2105 m., 6 km. da Vazon). Il rientro si effettua per il medesimo percorso, oppure con il sentiero direttamente dalla cima.


Nessun commento:

Posta un commento