domenica 27 aprile 2014

Rifugio Coazze 1342 m.



 Vicinissima a Torino, un'escursione adatta anche alle famiglie, in un ambiente suggestivo. Si sale godendo di un buon panorama sul gruppo dell'Aquila e sulla cittadina di Giaveno. Si arriva alle baite di Ciargiur di Mezzo e Ciargiur d'Aval dove si trovano rispettivamente il rifugio Coazze e la chiesetta dedicata a Pier Giorgio Frassati.



























Partenza: Borgata Ferria 959 m.
Arrivo:  Rifugio Coazze 1338 m.
Dislivello: 383 m.
Difficoltà: T
Tempo di salita: 1,20 ore  
Cartografia: IGC. n.17 scala 1:50.000



















Accesso stradale: dall'autostrada Torino-Bardonecchia, si esce ad Avigliana est, all'uscita della seconda galleria si svolta a destra verso il laghi, e alla rotonda a sinistra si va verso Giaveno. A centro paese all'altezza della chiesa si gira a adestra in direzione di Coazze. Si tralascia la successiva diramazione per Coazze e Sevaggio mantenendosi sempre sul fondovalle in direzione di Forno di Coazze. Arrivati alla frazione Ferria, prima di un ponticello, si gira a destra in prossimità di un ristorante-pizzeria, arrivando imn breve alla chiesa, dove è possibile parcheggiare l'auto. Volendo è possibile proseguire ancora a sinistra della chiesa per un tratto stretto della strada, dove poco dopo si trova un altro comodo spiazzo dove parcheggiare.














Descrizione: Si continua per un pezzo sulla strada asfaltata, alla prima curva si prende a destra in direzione Toni-Rolando (cartello indicatore), dove poco dopo termina il tratto asfaltato, per lasciare spazio allo sterrato. Si passano prima le case Toni (1010 m.) e poi Rolando (1042 m. ben ristrutturate). Si prosegue sempre sulla strada nel bellissimo e ombreggiato bosco, fino ad arrivare all'ultimo tratto ripido che porta ad un colletto. A destra si scende alle Grange di Ciargiur d'Aval, a sinistra invece si sale, prima a Cangiur di Mezzo, dove si trova il rifugio Coazze 1342 m. non gestito,ma con tavoli e dietro una fontana. Salendo ancora un poco si arriva a Ciargiur d'Amont 1367 m., dove è posta una graziosa chiesetta. Il ritorno avviene per il medesimo percorso.
 

Nessun commento:

Posta un commento