domenica 27 aprile 2014

Rifugio Coazze 1342 m.



 Vicinissima a Torino, un'escursione adatta anche alle famiglie, in un ambiente suggestivo. Si sale godendo di un buon panorama sul gruppo dell'Aquila e sulla cittadina di Giaveno. Si arriva alle baite di Ciargiur di Mezzo e Ciargiur d'Aval dove si trovano rispettivamente il rifugio Coazze e la chiesetta dedicata a Pier Giorgio Frassati.



























Partenza: Borgata Ferria 959 m.
Arrivo:  Rifugio Coazze 1338 m.
Dislivello: 383 m.
Difficoltà: T
Tempo di salita: 1,20 ore  
Cartografia: IGC. n.17 scala 1:50.000



















Accesso stradale: dall'autostrada Torino-Bardonecchia, si esce ad Avigliana est, all'uscita della seconda galleria si svolta a destra verso il laghi, e alla rotonda a sinistra si va verso Giaveno. A centro paese all'altezza della chiesa si gira a adestra in direzione di Coazze. Si tralascia la successiva diramazione per Coazze e Sevaggio mantenendosi sempre sul fondovalle in direzione di Forno di Coazze. Arrivati alla frazione Ferria, prima di un ponticello, si gira a destra in prossimità di un ristorante-pizzeria, arrivando imn breve alla chiesa, dove è possibile parcheggiare l'auto. Volendo è possibile proseguire ancora a sinistra della chiesa per un tratto stretto della strada, dove poco dopo si trova un altro comodo spiazzo dove parcheggiare.














Descrizione: Si continua per un pezzo sulla strada asfaltata, alla prima curva si prende a destra in direzione Toni-Rolando (cartello indicatore), dove poco dopo termina il tratto asfaltato, per lasciare spazio allo sterrato. Si passano prima le case Toni (1010 m.) e poi Rolando (1042 m. ben ristrutturate). Si prosegue sempre sulla strada nel bellissimo e ombreggiato bosco, fino ad arrivare all'ultimo tratto ripido che porta ad un colletto. A destra si scende alle Grange di Ciargiur d'Aval, a sinistra invece si sale, prima a Cangiur di Mezzo, dove si trova il rifugio Coazze 1342 m. non gestito,ma con tavoli e dietro una fontana. Salendo ancora un poco si arriva a Ciargiur d'Amont 1367 m., dove è posta una graziosa chiesetta. Il ritorno avviene per il medesimo percorso.
 

domenica 6 aprile 2014

Lities 1143 m.

La mulattiera che collega Cantoira a una delle sue più importanti frazioni, Lities, un tempo densamente abitata, è stata recentemente ripulita. L'escursione, breve e facile, oltre a una gradevole salita in un fresco bosco con scorci panoramici sulla valle, consente anche di vedere da vicino quelle che erano le vie di comunicazione di un tempo (sentieri e mulattiere) e di rendersi conto della perizia dei costruttori.
 


















Partenza: Cantoira 749 m.
Arrivo:  Lities 1143 m.
Dislivello: 394 m.
Difficoltà: T
Tempo di salita: 1ora   
Bibbliografia: 70 facili escursioni di D. Zangirolami e R. Bergamino
Cartografia: IGC. n.2 scala 1:50.000, n.103 1:25.000













 

















Accesso stradale: da Venaria si prosegue per le Valli di Lanzo in direzione Val Grande. Giunti a Cantoira si percorre la strada principale che attraversa il paese e, dopo la parrocchiale si svolta a destra in direzione Lities-Vru. Subito dopo si parcheggia in una piazzetta sulla destra.





















Descrizione: dal piazzale si prosegue per pochi metri lungo la strada in salita e si prende subito a sinistra (indicazioni) immettendosi su una stradina. Si passa tra le case e dopo poche decine di metri, incrociata un'altra strada, la si segue verso destra, in salita. La stradina termina poco dopo nei pressi di una legnaia, proseguendo si trovano i cartelli segnaletici e, oltrepassato un pilone votivo e un tavolo di legno, ci si immette sulla bella mulattiera lastricata. Si attraversa un rio per portarsi sul versante destro orografico del valloncello che si percorrerà fino a Litles. Si prosegue lungo l'evidente mulattiera che alterna tratti rettilinei ad alcune svolte. Una rampa leggermente più ripida precede l'arrivo a una crestina che separa due valloncelli, dove si trovano un pilone votivo e alcune panchine. Si prosegue iniziando ad avere sulla sinistra alcuni muretti a secco e, poco dopo sulla destra, si notano alcune vasche di pietra dove, un tempo, si metteva a macerare la canapa (tabella esplicativa). Proseguendo in salita il bosco si dirada fino ad avere sulla sinistra un prato, e si iniziano a vedere le prime case di Lities e infine il sentiero sbuca di fronte alla chiesetta della borgata 1143 m. - h 1:00.
























Discesa: la discesa avviene per la via di salita oppure si può seguire la carrozzabile di accesso a Litles che è poco o per nulla trafficata. In questo caso, arrivati di fronte alla chiesetta si deve andare a destra.