sabato 29 dicembre 2012

Vallon des Ayes

Gita che si svolge prevalentemente nel bosco di larici fino agli Chalets des Ayes con pendenza costante. Di qui il vallone, dopo un rapido tornante, si apre su una piana bagnata dal torrente Orceyrette, dove l'occhio spazia fino alla testata della valle, da cui si dipartono altri due valloncelli laterali. La pianura e il lago nella loro dolcezza ricordano i boschi di conifere canadesi, anche se tutto in dimensioni ridotte. Le cime che circondano la valle sono aride in estate mentre in inverno la neve dà loro un contrasto affascinante. Hanno nomi suggestivi come l'Aiguille des Pènitents, Pas de la Casse de l'Ase, esprimendo la fatica che l'alpinista deve fare per arrivare allo spartiacque. La valle prevalentemente prativa nella seconda parte verso il Col des Ayes, è ancora sfruttata a pascolo in numerosi alpeggi.
 
 






















Partenza: Villard St. Pancrace frazione Soubeyran
Dislivello: 510 m.
Esposizione: Sud-ovest
Lunghezza: 15 km. A/R
Difficoltà: MR
Periodo migliore: metà Novembre-metà Aprile
Cartografia: IGN  N.10 Massif du Queyras-Haute Ubaye 1:50.000
Bibliografia: Fondo escursionismo senza confini di Rosanna Carnisio
Accesso stradale: raggiunto il Monginevro con la SS.24, proseguire per Briancon e di qui fino a Villard St. Pancrace sulla D36 si arriva alla frazione Soubeyran dove si lascia l'auto.

















Descrizione: lasciata l'auto ci si incammina per la strada innevata chiusa al traffico (cartello indicatore per gli Chalets des Ayes), si prosegue sui tornanti della strada sino ad un bivio, dove esistono due possibilità. A destra si sale per la strada forestale (leggermente più lunga) che passando più in alto si ricongiunge con quella di sinistra (più corta) poco prima di arrivare agli Chalets des Ayes. Consiglio di fare la forestale a salire e l'altra a scendere, concludendo un percorso ad anello.
Usciti dal bellissimo bosco (scorci panoramici su Briancon e le montagne circostanti) si arriva alla Chapelle de St. Elisabette (1711 m.) dove il vallone si divide. Proseguire sulla sinistra orografica con l'indicazione Lac de l'Orceyrette. Superata una balza il vallone continua fino alla pianura del laghetto in pendenza lieve per poi raggiungere i casolari a quota 1897 m. dove vi è una fontanella ricamata in inverno da motivi di ghiaccio, da cui si domina tutto il vallone.
 













Discesa: come già accennato, arrivati all'incrocio delle due strade, si può scegliere di scendere su quella più bassa costeggiando il torrente.

 

Nessun commento:

Posta un commento