sabato 3 novembre 2012

Ferrata di Gabi


Accesso: autostrada Torino-Milano, svincolo per Gravellona Toce direzione Domodossola Passo del Sempione confine di stato. Appena superato il confine di stato, dopo pochi Km. attraversata una piccola galleria si arriva al piccolo paesino di Gabi. Appena attraversata la galleria si posteggia su uno slargo a sinistra, accanto ad una cava di sabbia (cartello indicatore della ferrata).
Periodo: maggio-ottobre
Difficoltà: D
Dislivello:  250 m.
Tempi: 2 h. A/R
Esposizione: sud


 











 
Descrizione: dal parcheggio ci sono due possibilità: la prima è di scendere sul borbo del fiume, e di li si attacca una breve paretina che porta al ponte delle scimmie, oppure se si vuole evitare il ponte, si rimane sulla parete di sinitra e si inizia la ferrata dalla fine del ponte. La via è caratterizzata da
una salita a gradini, dove a tratti in verticale si alternano cenge più o meno lunghe. Dopo aver
attraversato il ponte delle scimmie si va a destra traversando in diagonale una prima placca
liscia ma facile. Si aggira uno spigolo e si risale una breve parete, si procede ora a zig-zag su sentiero e in breve si raggiunge un'altra placca inclinata. Si continua a salire fino a percorrere una lunga cengia aerea sovrastata da un imponente tetto. Fino a qui le difficoltà della ferrata sono classificabili come AD. Si affronta ora il primo tratto verticale, esposto e abbastanza impegnativo al termine
del quale si incontra una curiosa cassettina per le donazioni destinate alla manutenzione della ferrata, e un contenitore con il libro di vetta. Si continua su traverso obliquo non banale e ci si
porta alla base di una lunga parete verticale molto esposta, con tratti anche strapiombanti e passaggi atletici che tirano un pò di braccia e tendono a portare verso sinistra, sbilanciando leggermente la progressione. Qui è presente una grossa targa metallica con l'immagine della bandiera elvetica, visibile anche dalla strada. Si prosegue superando tratti verticali più semplici fino alla placca finale  dove ha termine la ferrata.



 



















Discesa: Un breve tratto di sentiero in salita ci porta su una strada carrozzabile, si scende per strada asfaltata fino a incrociare una traccia di sentiero sulla sinistra (palina con indicazione) che in circa una ventina di minuti riporta al parcheggio. 

Nessun commento:

Posta un commento