domenica 5 febbraio 2012

Grand Puy 1831 m.

Il Grand Puy, che letteralmente significa "grande poggio", è una caratteristica borgata alpina con una favorevole esposizione a sud, che permette di trovare su questo itinerario una neve quasi sempre assestata o con crosta portante. Si tratta di una breve escursione con la possibilità di fermarsi a mangiare nel caratteristico agriturismo L'Itialette tel. 0122.78089
cell. 338
.9361248 proprio all'interno della borgata.

Località di partenza: Ruà di Pragelato 1521 m.
Località di arrivo: Grand Puy 1831 m.
Dislivello: 310 m.
Difficoltà: MR
Tempo di salita: 1,15 ore
Cartografia: IGC n.1 1:50.000, n.105 1:25.000
Bibliografia: A spasso sulla neve di D. Zangirolami e U. Bado


Accesso stradale: dalla tangenziale di Torino, nei pressi dell'uscita di Orbassano, si imbocca la superstrada per Pinerolo. A Pinerolo si segue la direzione val Chisone-Sestriere e si risale la valle fino alla frazione Ruà, ubicata poco prima di Pragelato. Qui è consigliabile lasciare l'auto in piazza Guido Lantelme dove si trova l'ufficio turistico.

Descrizione: lasciata l'auto prendere a destra per la provinciale e girare poi a sinistra in via Grand Puy. Dopo circa 300 metri si trova la traccia che sale a fianco di alberi poco dopo una casa che si lascia sulla destra. Il percorso risale i pendii a mezzacosta per arrivare ad una curva della strada asfaltata per il Grand Puy. Qui il tracciato continua sulla parte esterna della curva verso nord-est e, passando tra alberi e su di un piccolo corso d'acqua, esce poi su pendii facili e piacevoli che offrono una bella vista su Pragelato e le montagne circostanti. Da qui si avvista il borgo del Grand Puy, dove si giunge in breve tempo.
Discesa: per il medesimo percorso di salita.
Note: consiglio vivamente una sosta mangereccia all'agriturismo, molto ben gestito da due simpatici ragazzi.



Nessun commento:

Posta un commento