mercoledì 7 settembre 2011

Ferrata al Rifugio Monzino

Il Rifugio Monzino si trova a 2590 m. tra i tormentati ghiacciai del Brouillard e del Freney, ed è circondato dallo splendido e severo anfiteatro costituito dall'Aiguille Noire, dalla cresta di Peuterey, dagli enormi pilastri del Monte Bianco e delle creste dell'Innominata e del Brouillard.
Uno scenario spettacolare, che ha scatenato paure e timo
ri negli alpinisti che si sono cimentati su queste pareti. Le salite della cresta dell'Innominata, quelle del Brouillard e la cresta integrale di Peuterey, hanno segnato tappe fondamentali nella storia dell'alpinismo classico e rimangono ad oggi delle splendide asciensioni che ogni alpinista aspira ad avere nel proprio curriculum.


Accesso: Autostrada Torino-Courmayeur, si prosegue per la Val Veny sino ai casolari del Frenèy, dove in prossimità dell'area pic-nic lungo il torrente, si lascia l'auto nel parcheggio.
Difficoltà: PD
Tempo di salita: 3 ore
Dislivello: 1000 m.
Descrizione: Abbandonata l'auto si prosegue per 800 m. circa lungo una strada poderale.
Passati due ponti, sulla sinistra si stacca il sentiero N.16 per il Rifugio Monzino, il quale si inoltra in un bel bosco di larici. Si attraversa poi il torrente su un guado e si inizia a risalire la grande morena sottostante il ghiacciaio del Frenèy, sino ad arrivare al primo salto di roccia attrezzato con cavo e gradini. Percorso il primo tr
atto, si riprende sul sentiero sino ad arrivare al secondo risalto anch'esso attrezzato, più facile e breve del precedente. Superata la parete rocciosa, il sentiero prosegue lungo la dorsale dello Chatelet sino ad arrivare al rifugio.
Discesa: per il medesimo percorso della salita.

Nessun commento:

Posta un commento