lunedì 4 luglio 2011

Punta Tre Chiosis 3080 m.

La Punta Tre Chiosis è giustamente reputata per il notevole panorama osservabile dalla sua sommità: il Viso appare vicinisimo e formidabile, contornato dai suoi satelliti, Visolotto m.3348, Gastaldi m.3214, ecc. rappresentando una valida alternativa al panorama che si gode dal Monte Losetta. Dalla cima oltre al Viso è possibile riconoscere oltre alla Losetta (m.3054), il Monte Aiguillette (m.3298), il Pic d'Asti (m.3219), il Roc della Niera (m.3177), il Mongioia (m.3340), il Pelvo d'Elva (m.3064).
Accesso: Torino-Saluzz
o, direzione Valle Varaita fino all'abitato di Pontechianale, piazzale della seggiovia.
Località di partenza: stazione superiore della seggiovia (m.2375)
Dislivello: m.705
Tempo di salita: 2h 15'
Tempo di discesa: 1 ora
Difficoltà: E
Cartografia: IGC, 1:50.000 carta n.6 Monviso
Bibliografia: Tremila di sergio Calzone e Maurizio Gallo



Descrizione: all'arrivo della seggiovia, sulla destra è riconoscibile il sentiero, molto frequentato, che sale dapprima dolcemente e poi con pendenza più elevata, attraverso i pascoli della Grangia, verso l'intaglio della cresta che si trova appena sotto la cima delle Conce: quì l'impatto con la vista ravvicinata del Viso è felicissima. Si svolta a sinistra, tralasciando il sentiero che si dirige verso i rifugi Gagliardone e Vallanta, costeggiando invece la lunga cresta Savaresch sul versante di Pontechianale, prima una serie di tornanti, poi un lungo e ben tracciato rettilineo che incontra e attraversa le piste di sci, si continua seguendo il sentiero raggiungendo i resti di un vecchio ricovero (m.2988), per poi obliquare su detriti fino all'ampia cresta che conduce in vetta.
Discesa: seguendo il percorso di salita, oppure, ritornati all'arrivo dello skilift svoltare decisamente a destra, perdendo rapidamente quo
ta in direzione della stazione superiore della seggiovia.





Nessun commento:

Posta un commento