lunedì 4 aprile 2011

Ferrata di Chiaronto

Bella ferrata, inaugurata il 16 ottobre 2010 in località Chiaronto (Valle Varaita)
Accesso: Torino-Saluzzo, direzione Valle Varaita sino alla frazione di Frassino, dove all'altezza del bar "spada reale" si svolta a destra dirigendosi alla borgata Chiar
onto (3 km. circa da Frassino) dove la strada termina.
Esposizione: sud

Difficoltà: AD, un solo tratto di una decina di metri valutato MD (evitabile)
Periodo: sicu
ramente i migliori sono autunno e primavera
Tempo di percorrenza: 2 ore 30 minuti













Partendo dal parcheggio della borgata di Chiaronto nei pressi della chiesetta, ci
si inoltra
attraverso le cas
e seguendo il sentiero sempre molto ben segnalato, si arriva in 15 minuti al primo tratto di ferrata.
Superato questo breve tratto, si riprende il sentiero che in 5 minuti ci porta al primo ponte di rete sospeso, dove si incontra la prima vera difficoltà. Superato il ponte, si riprende il sentiero raggiungendo una spaccatura nella roccia da percorrere in discesa. Subito dopo troviamo una parete attrezzata con maglia metallica (si sale con faccia a valle il primo tratto) che ci permette di superare un tetto roccioso, per poi giungere ad un breve ponte tibetano.













Segue ora il tratto più difficile della ferrata (evitabile per sentiero), un mu
ro di una decina di metri molto strapiombante da non sottovalutare (MD) consigliabile un rinvio corto per appendersi e riposare. Se decidete di fare questo tratto, riposate poi una decina di minuti per poi riprendere la salita sulla successiva verticale parete (decisamente più facile) che ci porterà a percorrere il lungo ponte (ben visibile durante la salita), alto 70 metri e lungo altrettanto.
A seguire troviamo un
ultimo ponte a rete e di conseguenza la fine della ferrata.













Discesa:
dal ripido sentiero sempre ben segnalato, dove occorre prestare un minimo di attenzione.
Considerazioni: tutti i tratti attrezzati sono evitabili con scappatoie laterali su sentiero, come ho già detto il periodo migliore secondo me, è la primavera e l'autunno. In inverno vista la quota è possibile trovare neve, e in estate ritengo sia troppo caldo. Per il tratto MD, consiglio vivamente un rinvio corto (io senza non sarei riuscito).

Nessun commento:

Posta un commento