venerdì 6 agosto 2010

Tutta colpa del Paradiso


Questo è un percorso molto piacevole, semplice e panoramico con una grande veduta sulle cime e sui ghiacciai del Monte Rosa e Cervino. Può essere anche percorso in parte, fino a dove si preferisce, o si riesce, o ancora modificarlo a proprio piacimento.
Nel mio caso ho fatto due percorsi partendo sempre dal Crest, il primo (che che chiameremo percorso 1) per arrivare sino al lago Contenery, il secondo (che chiameremo percorso 2) partendo sempre dal Crest per arrivare sino al rifugio Paradisia al Taconet.
Accesso: autostrada Torino - Aosta uscita Verres, direzione Valle D'Ayas, Chapoluc
Descrizione: il nostro itinerario inizia da Champoluc, si prende il primo tratto della telecabina per il Crest (8 euro A/R). Dall'arrivo della telecabina si prende una strada sterrata sulla sinistra, dopo un breve tratto la strada si divide, il sentiero di destra porta al lago Ciacerio, quello di sinistra al rifugio Paradisia al Taconet.Percorso 1: il sentiero attraversa una zona di bosco non fitto e si ricongiunge poi ad una pista da sci. Questo primo tratto ci porta al lago Saler o lago delle Rane, si continua sempre su comoda sterrata incontrando più avanti un altro laghetto. A questo punto si ha già un buon panorama su tutta la valle D'ayas e sullo Zerbion in lontanaza, nonchè sul Cervino, la Gobba di Rollin e sul Breithorn. Per migliorare ulteriormente il panorama sulla valle e sulle montagne circostanti, si può salire al vicino Belvedere (con annesso rifugio) che si trova sulla sinistra del lago, punto di arrivo di una seggiovia (grande ometto di pietre sulla cima).
Dal Belvedere si riprende la strada che in discesa porta al lago Contenery, da dove parte la seggiovia che porta al Belvedere (ore 1:30 dal crest).
A questo punto non avendo a disposizione una cartina geografica attendibile (quella in dotazione alla cabinovia è alquanto scarna) non ho continuato per il lago Ciacerio, che comunque dovrebbe trovarsi alla fine del salitone (visibile dal lago Contenery). Dal Belvedere ho però intravisto una traccia di sentiero che partendo
dalla seggiovia taglia sulla sinistra per poi ricongiungersi probabilmente al Taconet e quindi collegare i due percorsi ad anello, tale anello è sicuramente collegabile anche dal lago Ciacerio.

Percorso 2: sempre dal Crest continuando sulla s
trada sterrata con numerosi saliscendi si arriva alla graziosa frazione di Soussun, si continua sulla strada per alcuni tornanti sino ad un bivio. Tralasciare quello di sinistra che scende, salire ancora un paio di tornanti sino ad arrivare al Taconet che troviamo alla nostra sinistra, conosciuto anche come rifugio Paradisia, diventato famoso dopo le riprese del film "Tutta colpa del Paradiso" con F. Nuti e
O. Muti (m.2075 ore 1 dal Crest)

Nessun commento:

Posta un commento