martedì 7 luglio 2009

Ferrata du Pichet

Accesso: Dal Colle del Moncenisio (2083 m.) si scende a Lanslevillard (1456 m.) si attraversa e si esce dal villaggio e alla borgata Les Hauts si parcheggia l'auto a destra della strada accanto al negozio
"La Bricole-Antipodes; pochi metri oltre a sinistra si trova il cartello della ferrata.
Periodo: maggio-novembre, eposizione Est/Sud/Ovest
Difficoltà: AD
Dislivello: 80 m., via ferrata lunga 400 m.
Tempi: 1 ora e 30 minuti A/R
Bibliografia: Le vie Ferrate volume 2 di Dario Gardiol

Descrizione: Dal parcheggio in circa 15 minuti si raggiunge l'attacco della ferrata. Si comincia con un primo traverso ascendente verso destra, poi un breve muro, un cengia e un muretto che tirano leggermente di braccia, portano alla base della simpatica ed aerea scala (lunga 14 metri e inclinata a 45°, che molto ben si presta a foto di effetto). Risalita la scala (un pò ballerina, occhio allo zaino in uscita, essendo il passaggio un pò stretto) si sbuca su una placca rocciosa e inclinata facile ma piena di pietrisco, fare molta attenzione (tutta la ferrata è soggetta alla caduta di sassetti e detriti). Ci si porta in traverso verso destra su roccette e muri semplici ad uno spigoletto, oltre il quale si trova una parete verticale ma facile anche se tira un pò di braccia. Ora si sale in traverso a destra una parete caratterizzata da strani fenomeni di erosione e si sale qualche metro sino ad un sentiero cablato, che a sinistra porta ad una simpatica passerella lunga 20 metri,
che balla parecchio perchè il piano di camminamento non è fissato alla parete. Dopo la passerella si trova una breve scaletta che porta un poco più in alto su un traverso a sinistra. Si comincia ora a scendere per muretti e facili roccette sino a raggiungere un sentiero che a sinistra in pochi minuti riporta all'attacco della ferrata. di li in 15 minuti si ritorna al parcheggio.

Nessun commento:

Posta un commento