mercoledì 3 giugno 2009

Ferrata d'Arsine

Quota base della ferrata: m. 1660
Sviluppo ferrata: m. 200
Dislivello avvicinamento: m. 0
Difficoltà: AD
Esposizione prevalente: Nord
Località partenza: Villar d'arene, a sinistra per Le Pied du col e Pas de l'Ane
Cartografia:IGN TOp 25 3436 ET Meije-Pelvoux vedi anche:Le vie ferrate di D.Gardiol
Accesso:
Colle del Monginevro,Briancon,Colle del Lautaret,scendere verso Villar d'Arene e poco prima prendere a sinistra per Le Pied du Col e Pas de l'Ane. Continuare verso destra fino al torrente che si attraversa. Dopo 200 metri si parcheggia l'auto al cartello della ferrata (1660 m.)


Descrizione: Dal cartello della ferrata a destra sul sentiero che in due minuti porta ai primi cavi della ferrata. Attenzione a non prendere il sentiero che sale più a destra, zigzagando verso un dosso erboso, quello è il ritorno della scappatoia.La ferrata si snoda verticale e aerea con un susseguirsi di paretine, risalti verticali, aerei e simpatici, con un passaggio strapiombante ma non faticoso (AD). Poi su cresta si sbuca su una piattaforma e poco dopo si arriva ai piedi della parete dove si trova la scappatoia,che riporta al parcheggio.Si continua con traversate e risalti e un simpatico diedro nerastro e poi la cresta aerea che termina a quota 1785 m. Un passaggio strapiombante, poi un pilastro di 60 m. seguito da muri e roccette porta ai piani inclinati ed erbosi alla fine della ferrata a quota 1850 m. Fin qui 1 ora di salita, panorama molto bello sul Pic de la Pare e il Pic des Trois Evechès 3116 m. e a destra, il Pic Noire du Combeynot 3112 m. Si scende con il sentiero a sinistra con qualche passaggio cablato fino ad arrivare al parcheggio in 30 minuti.

Nessun commento:

Posta un commento