mercoledì 4 marzo 2009

Sentiero attrezzato "F.e G. Gatti" per il Monte de la Brenva

Accesso: Autostrada Aosta-Traforo Monte Bianco, uscita a Morgex, poi SS26 verso il traforo, poi Entreves, si va a La Palud dove si parcheggia nel piazzale della Funivia del Monte Bianco.
Periodo: luglio-settembre
Difficoltà: PD/AD
Dislivello: 130 m.
Tempi: 3 ore A/R
Ufficio del Turismo: AIAT Courmayeur 0165.842060

Descrizione:
Con la funivia si sale al Pavillon du Mont Frety (2174 m.) poi si prende l'antico sentiero del Rifugio Torino, che parte dietro alla stazione stessa costeggiando il Giardino Botanico e sale con lunghi tornanti fino ad un bivio a quota 2220 m. dove si prende a sx in sentiero segnato 20A Belvedere. Si attraversa un primo ampio vallone erboso, per poi arrivare ad un secondo vallone più selvaggio. Lo si attraversa guadando prima un ruscello, poi scalando alcune facili rocce (catena metallica) si arriva al Belvedere (2200 m.
Si scende per tornanti ripidi e si raggiunge una parete rocciosa che si scende su una ripida ed esposta rampa
(corde fisse) fino ad arrivare al fondo dell'altro vallone. Poi su terreno più semplice inizia un percorso a sali-scendi, si guada un ruscello che scende dal Ghiacciaio di Entreves, per arrivare infine all'attacco della parete
Est del Monte della Brenva. Ci si innalza in traverso a mezza costa su roccette e ripidi canalini con l'ausilio di passaggi attrezzati fino a sbucare sulla cresta di arrivo (2300 m. 1 ora e fine del percorso).
Panorama mozzafiato sopra il Ghiacciaio della Brenva, che anche se molto ridotto mantiene intatto tutto il suo fascino.

Discesa: Il ritorno avviene per il medesimo percorso e richiede praticamente lo stesso tempo.

Nessun commento:

Posta un commento